il PONTE,

da ferragosto a Natale

 

di Nunzio Seminara

 

 

Che ponte, dalla metà d’ estate alla metà d’inverno, da ferragosto a Natale!
Una carrellata di immagini. Di rincorse al sovrapporsi di commenti, di proteste, di dissacrazioni, di santoni, di solòni,di autolesionisti, di fatalisti, di ingiurie, …..…..e di tant’altro ancora.
Nessuna parola da scrivere.
Il silenzio è più pesante di tanti quintali di lessico vociante e supponente.
Forse qualche appunto, registrato sul foglio di carta da siminarion.
Qualche sberleffo surreale, ovvero più su del reale e del“già detto”in tempi non sospetti.
Dalla fabbrica di navi al piano del Piano, “er core” di Genova. Ché basta il cognome. Piano.
Alla inevitabile sortita dell’unica grande impresa rimasta e che sa fare Architettura.
Fino al pizzino di 21 anni fa, preso in prestito dalle storie nostrane dei ponti vacanzieri.
Ne parleremo e ne riparleremo ancora.  Continuando,stavolta, da Natale a ferragosto.

Allegati