Il 2 febbraio scorso, l’ANSA ha diffuso una strabiliante ricerca guidata da un giovane italiano: “da universi paralleli a valanghe, ottenute le prime misure impossibili “